Vacanze in quattro… 01

Paola e Andrea stanno insieme da 6 anni. Sono sposati da 3. Sono una bella coppia. Non hanno figli. Non sono ancora arrivati. Sono affiatati. condividono le gioie del sesso da sempre. Si sono subito trovati. Entrambi amanti intelligenti e colti. Sanno darsi piacere reciproco e non si stancano mai. Hanno provato un po’ di tutto. A letto non si accontentano solo della routine. Amano giocare. Travestirsi. Farlo in luoghi insoliti. Amano guardare film erotici insieme. Leggere racconti. Fanno l’amore quasi tutti i giorni. E poi ci sono delle serate speciali, che ogni tanto si concedono. Si vestono bene, escono a cena. E poi tornano a casa, magari un po’ alticci. E si amano per ore.

Marta e Flavio si conoscono da due anni. Si sposeranno a settembre. Da subito si sono piaciuti. Da subito hanno trovato una grandissima intesa sotto le coperte. La cosa che ha colpito Marta è che quando scopano vengono sempre insieme. Raramente hanno tempi diversi. E se non succede, è perché stanno giocando e le regole prevedono diversamente. A Marta piace la risolutezza di Flavio. La rispetta e la ama facendola sentire femmina e sottomettendola quel tanto che basta per darle piacere e farla sentire la sua donna.
Frequentano Paola e Andrea da un po’. Sono amici. Sono usciti un po’ di volte a cena insieme. C’è un buon ritmo tra loro, ed hanno deciso di affittare una casa per l’estate. Hanno scelto una villa indipendente a Pantelleria, quelle che chiamano dammusi. Una vista mozzafiato, un angolo di paradiso isolato con uno stupendo terrazzo ed un porticato con barbeque e tavolo per cenare. Un posto ideale per rilassarsi e rimanere un paio di settimane fuori dal mondo.

Hanno passato il primo pomeriggio a sistemare casa e a fare un po’ di spesa per i primi giorni di vacanza. Le due ragazze hanno messo in piedi una cena veloce e c’è sul tavolo una bottiglia di vino bianco ghiacciato. Si sono già messe in libertà. Paola ha un abitino bianco sino al ginocchio. Sotto ha solo il pezzo sotto del costume. L’abitino non nasconde i seni sodi ed i capezzoli che spuntano. Marta ha un vestitino colorato azzurro. Del colore dei suoi occhi. Sotto è nuda completamente. I due uomini buttano occhiate alle rispettive compagne e ogni tanto, senza farsi notare, buttano occhiate anche alla donna dell’altro. Paolo se ne accorge. Ma tutto sommato la cosa non gli dispiace. C’è molto ritmo tra le due coppie. Si scolano due bottiglie di vino. Sono alticci. Si raccontano storie e si divertono. Paola e Andrea cominciano ad essere stanchi. Si accoccolano sulla stessa sdraio e dopo un po’ chiedono scusa agli amici e si congedano. Hanno voglia di una bella dormita. Marta si sente euforica. Appena i due amici se ne vanno, si siede sopra Flavio che è sdraiato su un lettino. Si alza piano il vestitino e fa capire al compagno che è tutta nuda. Lui la accarezza, le alza l’abitino sino a toccarle il sedere. Sodo, liscio, sempre meraviglioso. Si baciano. Lei si struscia sul membro di lui che sente diventare duro. Quando Marta ne ha voglia lo fa capire subito. Flavio è meno esuberante, a volte si imbarazza un po’. Sopratutto se ci sono altre persone in giro o se Marta manifesta la sua esuberanza in luoghi insoliti. Lei vorrebbe farlo li, sul lettino. Abbassa i pantaloncini a Flavio e si sistema sul suo membro. Lo fa entrare piano dentro di sé. Flavio gradisce ma è visibilmente imbarazzato. A lei piace quando lui è così. Le piace provocarlo. Lui muove piano il bacino e le dice che non è il caso di farlo li. Lei ansima e si muove piano. Lo sente entrare a fatica e le piace. Sa che lui a breve le chiederà di entrare. Ed infatti Flavio comincia a preoccuparsi : “Dai, se escono gli altri e ci vedono qui, che figura del cazzo facciamo?” Lei ride e lo sfotte: “Non facciamo nulla di male, cosa credi stiano facendo loro in camera?” Flavio si rilassa un attimo e spinge due colpi in profondità. Lei tarsale “Se fai così però non vale, io non entro più”. Lei si è abbassata le spalline del vestito. I suoi seni non sono grossi. Ma sono belli, sodi e dritti. Flavio non sa che fare. La scoperebbe li, con foga. Ma Marta non è capace di stare zitta. Non è capace di venire senza urlare. Spesso deve soffocarsi con un cuscino per non svegliare il vicinato. A Flavio questa cosa piace. Anche se spesso lo imbarazza. Stanno così ancora un po’. Ad un tratto a lui viene voglia di andare fino in fondo. Comincia a spingere per bene. Lei gradisce e comincia a emettere i suoi gridolini di piacere. Lui le tappa la bocca e le incita a non fare casino.
Paola è sveglia, non riesce a prendere sonno. Quando dorme in un letto nuovo è sempre così. Andrea si è appena addormentato. Si sono toccati e baciati dolcemente. Lui se la sarebbe fatta volentieri. Ma lei non è in formissima stasera. Si sono coccolati e si sono strusciati i corpi nudi uno contro l’altro. Poi si sono rilassati e Andrea ha capito che non era aria. Si sono addormentati abbracciati ma poco dopo Paola si è svegliata. Ora non ha più sonno. Sente un rumore venire da fuori, dalla veranda. Sembra un gatto che piange. Si alza e si avvicina alla finestra. Le imposte sono chiuse ma il vetro è aperto. Fa caldo. Capisce immediatamente cosa sta succedendo fuori. Vede Marta con il vestito calato che si muove sopra Flavio. E ora capisce che non è un gatto che piange, ma è Marta che gode. Rimane li a guardarli. Sono bellissimi. Marta gode e cerca la penetrazione muovendosi su e giù. Flavio ogni tanto la apostrofa dicendole di fare piano. Ma lei se ne frega. Paola sorride. Capita anche a loro. Anche lei spesso fa rumore ed Andrea si imbarazza. Sa che dovrebbe fare finta di nulla e tornarsene a letto. E lasciare che si godano la serata in pace. Ma non lo fa. Rimane li a guardarli. E’ nuda. Andrea d’estate la vuole a letto così. E’ incuriosita. Non ha mai visto nessuno dal vivo fare l’amore. E loro sono meravigliosi. Si stanno amando. Come lei ed Andrea. Sono diversi, si muovono diversamente. Ma si amano come loro. Si sente eccitata. E la cosa la sconvolge un po’. Non dovrebbe stare li a guardarli, eppure non riesce a staccarsi. Si sfiora uno dei grossi seni. Sente i capezzoli inturgidirsi. E sente la fica inumidirsi. Si sfiora e sente il fiato mancarle. Ma prova vergogna e imbarazzo. Ora Marta si è sfilata, si è messa in ginocchio sul pavimento e sta succhiando il membro di Flavio. Paola intravede la scena, illuminata dalla fioca luce. Ora i due amanti si spostano. Marta si è appoggiata al muretto con il vestito tutto alzato. E invita Flavio a prenderla da dietro. Lui indugia un po’. Le dice qualcosa nell’orecchio. Ma lei sembra non sentire ragioni. Lui la penetra piano. Lei appena sente il membro di lui entrare, emette un urlo sordo. Lui con una mano le tappa la bocca. E’ visibilmente preoccupato. Lei non sembra proprio farci caso. E’ eccitatissima. L’idea che qualcuno la possa sentire la eccita ancora di più. Non si immagina nemmeno che Paola stia vedendo tutta la scena. E Paola ora è eccitata. Non si sarebbe mai aspettata una reazione del genere. E invece si sta toccando piano il clitoride. Flavio ora è preso molto bene. Marta continua ad emettere urletti soffocati dalla mano del compagno. Flavio spinge deciso ed ansima pure lui. Marta fa capire che sta per venire. Flavio sembra essere anche lui vicino all’orgasmo. E così è. Vengono insieme, come sempre. Lui ansima profondamente e soffoca il piacere per non farsi sentire. Anche Paola ha un orgasmo. Silenzioso. Viene anche lei insieme a loro. I due ora si sdraiano sul lettino e si accarezzano. Paola rimane un po’ li inebetita dal piacere. Si sente una ladra. Prova un senso di vergogna per quello che ha appena fatto. Torna a letto, anche se sa che non dormirà. Si infila sotto le lenzuola. Andrea dorme. Peccato. Perché ora avrebbe proprio voglio del suo uomo. Lo accarezza. Lui non si sveglia. Sente Marta andare in bagno. Sente l’acqua scorrere e sente i due amanti ridere piano. Andrea si gira e le mette una mando sul sedere. Forse si è svegliato. La accarezza e le chiede come mai sia sveglia. Paola non vede l’ora di raccontargli quello che ha appena visto. Ma non è il momento. Andrea sente il suo corpo nudo, e la cosa gli piace. Quello è proprio il motivo per cui le chiede di dormire nuda. Le accarezza i seni. Scende sino al sesso di lei. Paola a questo punto è imbarazzata. Se la tocca li, scopre che si è appena eccitata. Ed infatti Andrea arriva proprio li. La sfiora con un dito e sente la sua fica calda e bagnata. Si sveglia di colpo. “Ehi, ma potevi svegliarmi piccola….sei tutta eccitata…” Lei lascia fare. Lui la tocca piano. Anche se è appena venuta, la cosa le piace. Ha davanti agli occhi la scena che ha appena visto. Lui ora le lecca i grossi seni. Lei lo tocca e sente l’erezione solida. Vorrebbe dire ad Andrea quello che ha appena visto. Ma non è sicura sia il caso. Lui è stupito dell’eccitazione della sua donna e le chiede come mai “Cosa ti ha fatto eccitare così tanto?” Lei è imabarazzata “Nulla, non lo so…ero qui sveglia” Lui non è convinto. Infila due dita. Conosce la sua amante. Sa che deve stimolarla un po’e poi lei cederà e racconterà cosa le è passato per la testa. Ed infatti è così. Dopo qualche secondo di stimolazione, lei cede “ C’erano Marta e Flavio che lo facevo li fuori, sul lettino”. Lui capisce. “E tu li ha visti?” “Si, li ho guardati” “ E ti sei eccitata?” “Si, da morire. Mi sono anche toccata”. Il loro amore non ha segreti. Si sono sempre detti tutto. Tutte le fantasie. Forse è proprio il segreto della loro serenità. Andrea si eccita al pensiero. E chiede a Paola di raccontargli tutto. Lei descrive quello che ha visto poco prima. Intanto si toccano. Lui ha due dita sulla fica e lei lo sta masturbando piano. Andrea gradisce molto. Ora Paola lo vuole, lo vuole dentro. Si siede sopra di lui. Proprio come Marta ha fatto prima con Paolo. Nella penombra Andrea vede il fisico della sua donna. Le grosse tette, i lunghi capelli castani e lisci e il fisico prosperoso ma senza imperfezioni. Lei si muove veloce. Ansima. Andrea, come sempre, la invita a non fare troppo rumore. Ma Paola in cuor suo vuole che gli altri due li sentano. Nella stanza accanto Marta e Flavio non dormono ancora. Le due camere sono confinati e le pareti sottili. Mentre stanno chiacchierando e ridacchiando fra loro, entrambi sentono la voce di Paola. Si ammutoliscono e tendono le orecchie per ascoltarla. Si guardano e sorridono. Paola è seduta sopra Andrea. Con le mani impugna la testata del letto. Un vecchio letto in ferro battuto. E ad ogni colpo la testata sbatte contro il muro. Paola geme di piacere. Andrea si sente imbarazzato, prova immaginare i due amici nell’altra stanza che li sentono fare l’amore. Prova a convincere la sua donna a fare più piano, ma lei sembra sorda. Ora si sfila e si mette a quattro zampe sul letto. Vuole essere presa da dietro. Vuole fare quello che Marta e Flavio hanno fatto poco fa. Andrea obbedisce e la penetra deciso. La sbatte e la sculaccia come di solito piace ad entrambi. Nell’altra stanza si sente tutto. Si sentono gli schiaffi. Si sente il rumore della penetrazione. E si sente Paola che gode. Marta e Flavio sono zitti e sorridono. Ascoltano. Marta è sorpresa. Si immaginava Paola come una donna un po’ fredda e diversa da lei. Invece i mugugni ed i versi le ricordano proprio i suoi, quelli che le escono quando Flavio la scopa. Vanno avanti un po’ così. I due ascoltatori sono divertiti ed imbarazzati. Gli altri due sono prossimi all’orgasmo. Paola viene per prima. Lo annuncia “Oh sii, vengooooo” Andrea come sempre la segue. Si vuota dentro di lei. Ansima cercando di non fare troppo chiasso. Si accasciano appagati e si baciano a lungo. Ridacchiano tra loro. Sono sicuri di essere stati ascoltati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *